Come si può resistere al fascino di altri tempi? Se vi trovate in Sicilia, a Siracusa, e volete fare un salto nel passato, il Castello Maniace è assolutamente un luogo da visitare.

Posto alla fine dell’Isola di Ortigia il maniero risale all’epoca sveva, fu costruito tra il 1232 e il 1240 e gode di una posizione privilegiata sul Porto Grande. L’edificio prende il nome dal generale bizantino Giorgio Maniace, che nel 1038 riconquistò la città agli Arabi. L’impianto attuale del Castello è dovuto a Federico II di Svevia e fu in questo edificio che Federico II firmò il riscatto per la fondazione dell’università di Napoli. 

La struttura del Castello Maniace a Siracusa è similare a quella degli altri edifici costruiti in epoca sveva: si tratta di una pianta quadrata circondata da mura difensive. La struttura interna presenta lati di oltre 50 metri e ai vertici sono poste torri cilindriche inserite nella fascia muraria.  

La maggiore particolarità dell’interno della fortezza Maniace è il piano terreno, un tempo formato da 24 volte a crociera a pianta quadrata, ognuna delle quali rappresentava uno dei regni di Federico II di Svevia, più una centrale che rappresentava la Sicilia e in passato probabilmente era un piccolo cortile scoperto con un impluvium.

Una volta visitato l’interno non perdetevi le fortificazioni, che offrono una meravigliosa vista sul mare aperto.

Come ogni castello che si rispetti ha le sue leggende. Secondo le credenze popolari, una dama del Settecento si aggira ogni sera tra le stanze dell’edificio, alla ricerca di qualcosa e straziata da eventi tragici di tipo amoroso…

È possibile visitare il Castello tutti i giorni dalle 08:30 alle 17:00  al costo di € 6,00. Per maggiori informazioni ti consigliamo di chiamare lo 0931 450 8211.

DA UNAHOTELS ONE SIRACUSA, per chi ama camminare, il maniero è raggiungibile con una passeggiata di 45 minuti, altrimenti, in auto in soli 15 minuti.